LOGO_EndToEnd_800x200.jpg
 

EndToEnd

 

Tutto è cominciato pensando ad una sala d’aspetto.
Cosa succede quando si aspetta qualcosa?
Quanto si amplificano le nostre paure, i dubbi esistenziali che vagano nella nostra mente nei momenti di attesa?

Quando non si sa per quanto tempo bisognerà aspettare. Ma non esiste attesa che non si accompagni alla presenza del tempo esiste il tempo dell’orologio, quello che determina la scansione cronologica delle ore ed esiste il tempo interiore, quello che cambia in ognuno di noi indipendentemente dalle ore e ci fa vivere in misura diversa un’uguale estensione temporale.

C’è il presente del presente, che è il momento della visione; c’è il presente del passato, che è il momento della memoria e poi c’è il presente del futuro, che è l’attesa.

E c’è, poi, la speranza che offre “al divenire un orizzonte senza che lo sguardo forse arrivi a distinguervi qualcosa di preciso, ma innalzandolo nella sua progressione inesauribile ‘verso’…

Everything started with a waiting room.
What happens when you expect something.
How much are our fears amplified, the existential doubts when you do not know how long you will have to wait?

There is no expectation that is not accompanies by the presence of time. But there are two kind of it: The time of the clock, the one that determines the chronological passing of the hours, and the inner time, the one that changes in each of us independently, and makes us live differently an equal temporal extension.

There is the present of the present, which is the moment of vision; there is the present of the past, which is the moment of memory and then there is the present of the future, which is the expectation.

Then there is the hope that offers a horizon without the gaze perhaps coming to distinguish something specific but raising it in its inexhaustible progression "towards"…


da un’idea / concept : Renata Malinconico + Claudio Costantino
performance : Renata Malinconico + Claudio Costantino
coreografie / choreographyClaudio Costantino
voce / voice : Renata Malinconico
musica + suoni / music + sound : Attilio Novellino
scenografia / scenography : Alessandro Badolato
light design : Quiet Ensemble


Premiere : 22nd July 2017 – ALTROVE Festival – Catanzaro Italy

Premiere : Extended Version : 22nd December 2017 – Teatro Comunale di Catanzaro Italy

Production : ALTROVE + SPORA performing arts